CLUB NAPOLI PIEDIMONTE MATESE

“Avevo chiesto un filotto di tre vittorie consecutive e domenica avremo la possibilità di centrare l’obiettivo”. Rudi Garcia parla in conferenza stampa a due giorni dalla sfida con la Fiorentina. “Siamo al terzo posto e la Fiorentina è al nostro fianco in classifica. Per confermarci al vertice vogliamo vincere e consolidare la nostra posizione. Sappiamo di incontrare un avversario che gioca bene e che sta facendo un buonissimo inizio di campionato. “La Fiorentina ha calciatori di qualità , è ben organizzata e ha un modo di giocare ben preciso. Hanno segnato anche molti gol di testa e abbiamo studiato le loro caratteristiche” “E’ una squadra che ci assomiglia sul pressing e sul recupero palla. Sappiamo che sarà un match impegnativo, ma giochiamo in casa nostra e dobbiamo essere in grado di conquistare il successo”. Ci sarà turnover dopo il ciclo continuo di gare tra campionato e Champions? “C’è ancora domani per capire come stanno i ragazzi e quindi poi deciderò la formazione dopo l’ultima rifinitura” Rrahmani sarà disponibile? “Vediamo domani come sta, è quasi recuperato e non vogliamo rischiare troppo. Però se sarà disponibile valuteremo se tenerlo con noi, anche se sicuramente non avrà i 90 minuti nelle gambe” La sconfitta col Real Madrid, dopo una gara giocata con grande intensità, può darvi energia dopo l’ottima prestazione? “Sì, deve darci forza e consapevolezza, perchè la prestazione ci consente di pensare di poter affrontare alla pari un Club di livello mondiale quale è il Real. Sicuramente avremmo dovuto curare meglio i dettagli, soprattutto nelle occasioni dei gol subìti, ma possiamo crescere in questo senso” “La gara di martedì dimostra che siamo forti e competitivi, adesso dobbiamo mettere in campo queste certezze anche domenica, ma con più determinazione in fase difensiva”. Vedremo più minutaggio per Lindstrom? “Lindstrom ha solo bisogno di tempo di ambientamento, sicuramente è un giocatore che ci darà una grande mano nel reparto offensivo perchè ha talento” Ostigard e Natan possono cambiare le gerarchie nel pacchetto difensivo? “Vedremo più avanti, il campo ci darà una risposta per il futuro” Come è nata l’idea del “consiglio dei saggi”? “Io l’ho sempre fatto in ogni mio Club. E’ una mia abitudine e ho sempre cercato la collaborazione dei calciatori all’interno dello spogliatoio. La cosa certa è che ho sempre convocato io il consiglio dei saggi e mai al contrario, come ho letto da qualche parte. Io osservo e a volte mi diverto, ma quello che conta e che mi interessa è il rapporto con i miei giocatori”

CLUBNAPOLIPM
Ottobre 6, 2023

Rispondi