Mazzarri: “Passare il turno è fondamentale. Voglio una squadra che sappia concretizzare ed essere solida”

“E’ fondamentale passare il turno, non c’è altra discussione in questo momento”. Walter Mazzarri deciso e determinato in conferenza stampa alla vigilia della sfida decisiva di Champions contro il Braga. “Ho detto ai ragazzi che non ci sono da fare calcoli sul risultato finale. Domani non dobbiamo pensare altro che vincere e soprattutto subìre pochissimo. Loro sono molto abili nel contropiede, noi dovremo essere altrettanto bravo ad essere compatti e non lasciare nulla alle loro offensive” “Sotto il profilo delle prestazioni abbiamo raccolto evidenti dati di crescita. Il Napoli ha dimostrato di saper giocare al calcio e questa caratteristica ce l’ha ancora in maniera chiara. Quello che manca è lo stesso equilibrio che aveva nella scorsa stagione tra fase offensiva e difensiva” “Ci sono miglioramenti evidenti e graduali da quando sono qui e domani mi piacerebbe tanto che oltre a qualificarci dimostrassimo di essere solidi. Siamo più compatti, stiamo crescendo sotto il profilo delle prestazioni ma adesso bisogna vincere e dare un segno importante alla nostra evoluzione” “La cosa che chiedo e che vorrei prima di tutto è riuscire a concretizzare, perchè di azioni ne proponiamo tante e per il momento abbiamo sfruttato pochissime occasioni rispetto a quanto prodotto”. Giocherete ancora con la difesa a 4, oppure considerata ancora l’assenza di Mario Rui, passerete a 3 dietro? Quando sono venuto mi stimolava molto l’idea di giocare con la difesa a quattro. Adesso vedo che mi chiedete tutti la difesa a tre. Io voglio proseguire sulla strada intrapresa da questa squadra e adesso c’è Natan ulla fascia sinistra” “E’ un ragazzo che in Brasile era già abituato a questo tipo di modulo, sta crescendo, ha anche qualità di impostazione e gli sto chiedendo di spingere perchè possiede anche questo tipo di caratteristica”” “Ma al di là dello schema, io voglio una squadra compatta, e questo indipendentemente da chi vada in campo. Non è una questione di difesa ma di reparti che possano essere solidi ed equilibrati” “Chi vince i campionati è sempre la squadra con la difesa migliore. Avere una fase difensiva solida dà maggiore sicurezza alla squadra, perchè poi davanti c’è qualità e più tranquillità per poter attaccare con brillantezza e serenità” “Su questo percorso stiamo lavorando ed è l’obiettivo tattico che ci siamo prefissati di raggiungere al più presto possibile”. Napoli che produce ma realizza poco. Da cosa può dipendere, da un elemento tecnico o psicologico? Con la Juventus abbiamo fatto sette tiri nello specchio, ma evidentemente ultimamente tiriamo male e con poca precisione. Questo è un aspetto su cui bisogna lavorare. Se riusciamo a schiacciare per larghi tratti la squadra avversaria, poi bisogna anche trovare il tiro da fuori e comunque una conclusione decisiva. “Non si può sempre entrare in porta col pallone, lo dimostrano anche le grandi squadre che spesso trovano il gol dalla distanza. Un esempio è quello che ci è successo contro l’Inter. Abbiamo avuto predominio e occasioni nel primo tempo, poi loro al primo tiro da fuori area ci hanno fatto gol” C’è un aspetto psicologico che preoccupa dopo 3 sconfitte? “Ho notato certamente che la squadra in questo momento ha bisogno di una svolta psicologica per tornare a sentirsi forte e in fiducia. In queste ultima gare abbiamo subìto il contraccolpo psicologico ogni volta che siamo andati n svantaggio. Per questo dico che domani è fondamentale superare il turno ed essere compatti” “Domani non dobbiamo commettere errori, bisogna essere solidi in questo momento perchè poi se arrivano i primi risultati positivi poi la squadra sarà capace di dimostrare con tranquillità il proprio valore”

Rispondi

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings